Documenti e disegni risalenti al XVI secolo mostrano dei piccoli cani somiglianti a dei leoni in miniatura. Nel XVII secolo i cani sono stati portati dal Tibet alla città proibita di Pechino, divenendo il cane preferito dalla corte imperiale cinese. Lo Shih Tzu è imparentato con il Lhasa Apso tibetano, conservando un’estrema somiglianza fisica con esso. Esemplari di Shih Tzu venivano donati dai monaci tibetani agli imperatori come omaggio accompagnato dalla benedizione. Per secoli questa razza non venne mai esportata, e il primo cucciolo esportato in Inghilterra risale al 1930. Oggi è molto popolare e conosciuto sia come cane da compagnia che come cane da esibizione.Nonostante la piccola taglia è molto robusto. Come il Lhasa Apso ha un sottopelo lanoso, ricoperto da un manto lungo e setoso. Cane dallo sguardo fiero, ha il pelo sopra il naso che cresce verso l’alto, donandogli un muso dall’apparenza di “crisantemo“. La testa è arrotondata con abbondante barba e baffi.Il muso è corto e peloso e il naso è nero. Lo stop è ben definito. Gli occhi sono grandi, rotondi e nella maggior parte dei casi sono scuri. Le orecchie cadenti sono ricoperte da pelo. I denti devono chiudersi in un morso a tenaglia. Il top-line è uniforme e il corpo è un po’ più lungo dell’altezza al garrese. La rimozione dello sperone è facoltativa. La coda a pennacchio si arriccia sulla parte posteriore.

DISPONIBILITA’ DI 1 MASCHIO, TRE MESI, VACCINATI E MICROCHIPPATI